Matrimonio trash di Tony Colombo: indagato anche il fratello di De Magistris



Tony Colombo, nozze

Maxi inchiesta per il matrimonio Trash di Tony Colombo e Tina Rispoli. Ecco perché tra gli indagati c’è il fratello del sindaco De Magistris

Ancora dubbi e situazioni poco chiare per le nozze trash di Tony Colombo e Tina Rispoli: lui cantante neomelodico ultra noto, lei la vedova di un boss. Il loro matrimonio, avvenuto lo scorso 25 Marzo, non è di certo passato inosservato. In quel giorno, infatti, Napoli è stata invasa da musica, carrozze, cavalli bianchi e cortei. Tra questi è apparso anche un mini concerto, inizialmente dichiarato come “flash-mob”: proprio su questo che è stata aperta l’indagine per il fratello di De Magistris.

“Ci era stato solo comunicato un flash mob in piazza del Plebiscito – ci ha spiegato qualche mese fa l’assessore Clemente – e tale comunicazione era stata inviata dagli organizzatori anche agli altri uffici preposti, invece dalle immagini che abbiamo acquisito nella piazza si è svolto un mini concerto con installazione di un box, un palco, luci, musica e band. E’ un fatto grave e ovviamente non autorizzato, addirittura sono affluiti nei pressi di Piazza Plebiscito auto, furgoni e una limousine”.

Ad oggi, su quanto accaduto, è stata aperta quindi un’inchiesta. Sotto la lente di ingrandimento sono finite nove persone. Oltre al neomelodico, risultano indagati Claudio de Magistris, fratello del sindaco di Napoli Luigi, due ufficiali della polizia municipale, tre vigili urbani, una staffista della segreteria del primo cittadino e una dipendente dell’amministrazione comunale.

I motivi sono state le mancate autorizzazioni del caso. I carabinieri, intanto, si sono recati in municipio e nelle abitazioni degli indagati per sequestrare computer e telefoni cellulari. L’obiettivo è quello di acquisire, tramite questi, informazioni utili per l’inchiesta in corso. Seguiranno aggiornamenti sul caso.

Leggi anche: https://napoli.zon.it/-matrimonio-trash-capolinea/

Leggi anche