Marano, rubavano auto per poi rivenderle “a pezzi”. Arrestati



Marano, auto rubate

Marano, scoperto capannone di auto rubate e fatte “a pezzi”. Tre arresti

Pezzi di ricambio: ecco quello che diventavano le auto che venivano prima rubate e poi tagliate a pezzi per rivederli. Si trovavano a Marano coloro che erano coinvolti in questo “sistema ingegnoso”: Fortunato Piccirillo (53 anni), Biagio Panico (30 anni) e Ciro Russo (51 anni e già noto alle forze dell’ordine). Era lì che si trovava il capannone in cui si svolgeva normalmente la loro attività, un’attività che tra l’altro fruttava migliaia di euro. I 3 arrestati sono stati colti in flagranza di reato dalla compagnia dei carabinieri di Marano: stavano sezionando con una motosega le ultime auto rubate la scorsa settimana al Vomero, nel Vesuviano e nel Casertano. Intanto si darà la caccia agli altri coinvolti. Seguiranno, quindi, ulteriori aggiornamenti.

Potrebbe interessarti anche: https://napoli.zon.it/la-panda-protagonista-di-furti-arrestati-rapinatori-seriali/

Leggi anche