Le pagelle di Shakhtar-Napoli 2-1

Shakhtar-Napoli

Le pagelle di Shakhtar-Napoli a cura della redazione sportiva di Napoli.Zon

Shakhtar-Napoli, primo turno della fase a gironi dell’edizione 2017-2018 della Champions League. Il Napoli in Ucraina per proseguire la strisce positiva di vittorie con cui ha cominciato la nuova stagione. Il Napoli di Sarri si presenta dal primo minuto (clicca qui) con una serie di cambi rispetto alla trasferta di Bologna: in cabina di regia si vede Diawara, sempre sulla linea di centrocampo Zielinski al posto Allan e in avanti Milik prende il posto di Mertens. Primo tempo da dimenticare Fonseca prepara bene la partita e lo Shakhtar fa il Napoli, gran possesso palla da parte degli ucraini e azzurri nervosi in mezzo al campo. Lo Shakhtar si infila nel nervosismo calcistico degli azzurri e trova il vantaggio al 15° minuto con Taison. Lo stesso Taison dopo pochi minuti sfrutta un passaggio sbagliato di Hamsik e rischia di trovare il raddoppio ma Reina con una super parata, gli toglie la gioia della doppietta. Il secondo tempo ricomincia con lo stesso ritmo gli ucraini a fare la partita e il raddoppio non tarda ad arrivare complice un incertezza di Reina che regala il goal a Facundo Ferreyra. Sarei corre ai ripari, fuori Zielinski dentro Mertens e cambia la musica con il folletto belga da la carica a tutti i compagni e guadagna il calcio di rigore al minuto 72 trasformato da Milik. Tante occasioni nei successivi 20 minuti, ma il Napoli non trova il goal del pareggio. Comincia male l’avventura degli azzurri in Champions: Shakhtar-Napoli finisce 2 a 1.

Le pagelle di Shakhtar – Napoli, a cura di Napoli.Zon:

Reina (5,5): salva tutto nel primo tempo ma che sbaglio nel secondo.

Hysaj (5,5): tanta corsa ma tanta imprecisione.

Koulibaly (4,5): partita nervosa del muro difensivo azzurro.

Albiol (6): tiene su la difesa da solo.

Ghoulam (6): corre e crossa ma senza fortuna.

Hamsik (5): non è il capitano, se continua così il record di Maradona dorme sogni tranquilli.

dal minuto 60 – Mertens (6,5): entra lui e cambia la musica in campo.

Diawara (5,5): nonstante le sue doti indiscutibili, non detta la regia.

Zielinski (5,5): meglio quando subentra.

dal minuto 67 – Allan (6,5): un recupera palloni nato, anche da subentrato.

Insigne (6,5): prova ad affondare con i suoi colpi  e a regalare assist dal suo piede, ma le palle vengono disinnescate dalla difesa Ucraina.

Milik (5,5): partita da 4,5, si riprende con il subentro e la carica di Mertens.

Callejon (5,5): spento e intrappolato nella difesa dello Shakhtar.

Allenatore Maurizio Sarri (5,5): Fonseca applica il “sarrismo” sorprendendo lo stesso mister.