Ischia, denuncia un vicino: “Gli avevo detto che non era a norma”

ischia

Ad Ischia, dopo i drammatici crolli causati dal terremoto, un vicino denuncia la casa accanto a lui crollata: “Non era a norma e io li avevo avvertiti”

Forse non tutte le catastrofi avvenute durante il terremoto ad Ischia sono accadute solo per vie naturali, magari qualcuna si sarebbe potuta evitare. Forse, se una delle case crollate fosse stata a norma e non avesse “strane costruzioni” di base, adesso sarebbe in piedi ed i danni sarebbero decisamente minori. A parlare, è il vicino della casa crollata.

Secondo il “Corriere del Mezzogiorno”, ecco quanto avrebbe denunciato Francesco, il vicino di casa:

“Hai voglia a dirgli: non costruite due, tre, cinque piani, perché qui è tutta zona sismica e un piccolo movimento butta il palazzo a terra. Lo dicevo tutti i giorni! Al primo piano c’era una cantina antica e hanno costruito sopra. Il palazzo crollando ha buttato pure la casa mia a terra. È un guaio, ho la casa distrutta, la dobbiamo solo abbattere”.