Infortunio Mertens: i tempi di recupero



Mertens
Foto da pagina Facebook ufficiale di Dries Mertens

Nella sfida tra Russia e Belgio giocata ieri sera a San Pietroburgo, Dries Mertens è uscito dal campo al minuto ’52 per infortunio. Ecco le sue condizioni

Alla Gazprom Arena di San Pietroburgo è andata in scena la sfida tra Russia e Belgio valevole per le qualificazioni ad Euro 2020. Entrambe le squadre erano già qualificate alla vigili. Sul campo hanno avuto la meglio i fiamminghi guidati da Roberto Martinez per 1-4, risultato sonoro con cui hanno sancito il primo posto matematico nel girone. A destare preoccupazione, però, è stato l’infortunio dell’attaccante del Napoli Dries Mertens che è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco al minuto ’52.

Un grido di dolore dopo il colpo subito dal centrocampista Magomed Ozdoev che ha fatto pensare subito al peggio ai belgi e ai napoletani. Tuttavia, è stato lo stesso Mertens a tranquillizzare i suoi tifosi attraverso i suoi canali social: “Happy with the win! I’m okay. Thanks for the support”. Un “io sto bene” che fa tirare un sospiro di sollievo dopo lo spavento iniziale.

“Mertens, come stai?”

Stando a quanto riportato dall’edizione odierna de Il Mattino, lo staff medico del Napoli avrebbe telefonato Mertens subito dopo la partita: “Come stai?”. Anche ai medici “Ciro” sembra aver risposto positivamente nell’intento di tranquillizzare tutti. Sarebbe stata solo una botta, tanto che lo stesso attaccante si dice pronto a scendere di nuovo in campo martedì, quando il Belgio affronterà Cipro in casa.

In ogni caso, con la qualificazione già in tasca da tempo e un primo posto ratificato nella “campagna di Russia” di ieri sera, è molto probabile che lo staff medico della nazionale belga decida di rimandare a Napoli Mertens a scopo precauzionale. Sabato 23 novembre, infatti, c’è la trasferta di San Siro dove i partenopei affronteranno un Milan che, proprio come gli azzurri, ha tanta voglia di rialzare la testa dopo un periodo negativo.

E serve il miglior Mertens possibile.

Resta aggiornato con Napoli.Zon.
Seguici su Facebook. Clicca qui.

Leggi anche