I Cinquestelle accusano il Pd Porticese e la politica dell’ultimo decennio

Portici
Portici tromba d'aria

Il Cinquestelle accusano il Pd Porticese per la politica degli ultimi 10 anni e propongono servizi agli anziani, e un piano di rilancio per il turismo.

PugliaIl M5S, il più atteso sfidante per le amministrative di primavera nella città di Portici, continua la sua attività sul territorio, affiancando, alle iniziative programmate sul territorio negli incontri con i cittadini, denominati #caffè5stelle, tavoli e gazebo tenuti nella città alla presenza anche del Senatore Sergio Puglia.

Proprio il Senatore Puglia in un comunicato muove accuse al Pd Porticese e alla politica che per oltre un decennio ha governato la città, dichiarando “per anni abbiamo subito l’inquinamento di una politica che ha frenato il naturale sviluppo di una città ricca di risorse, come la nostra Portici. Un sistema descritto tra le pagine di un’inchiesta che attraversa la ‘golden age’ di quasi due consiliature targate centrosinistra e Partito democratico, i cui principali protagonisti, tra assessori e funzionari – stando alle accuse della Procura di Napoli -, avrebbero abusato del potere delle loro poltrone per spartirsi appalti e prebende per opere mai realizzate: Palazzo Caposele, Villa Fernandez, Villa Mascolo, Circolo Nautico. Ventidue milioni da investire in opere che avrebbero restituito dignità e decoro alla città di Portici, ma che – a leggere le accuse del pm Graziella Arlomede – sarebbero stati spartiti secondo un preciso tariffario tra gli amici degli amici”.

Il M5S Porticese, proseguendo nel comunicato, propone per la città “Servizi per l’assistenza agli anziani. Istituzione di asili nido e ludoteche per l’infanzia. Creazione di progetti per il recupero della cultura” aggiungendo “un piano di rilancio del turismo, rivolti ai giovani e finalizzati alla creazione di nuovi posti di lavoro”.

Continuando, il Senatore Puglia e il M5S cittadino, dichiarano “… il Movimento 5 Stelle ha progettato, un percorso di democrazia partecipata compiuto in questi anni ascoltando la comunità e recependone istanze ed esigenze. Un percorso che proseguirà in questi mesi di perfezionamento del nostro programma, attraverso un confronto costante con tutte le categorie rappresentative del territorio e che fino ad oggi ha già portato al conseguimento di risultati concreti per la città, come la riduzione significativa delle tariffe per la mensa scolastica e l’istituzione, per la prima volta nella storia di Portici, di una commissione mensa”.

Infine il Senatore e il Movimento si rivolgono ai cittadini della città della Reggia sottolineando che alle prossime elezioni sono chiamati ad “una scelta senza via di ritorno”, concludendo “restare nel pantano nel quale sono stati gettati dal sistema politico-affaristico che ha governato Portici per oltre un decennio, oppure portare la città stessa alla guida del territorio, affidandosi a un movimento di cittadini onesti, liberi e distintisi in questi ultimi anni per la competenza con la quale hanno portato avanti i loro progetti e il coraggio con il quale sono pronti a fare piazza pulita del marcio che ha inquinato le stanze del Municipio e la città di Portici”.

I pentastellati entro fine mese presenteranno una prima lista, di 16 nomi, di candidati a cui se ne aggiungeranno subito dopo altri 8 più quello che sarà il candidato Sindaco del Movimento. Si presuppone che la lista sia completa entro la metà di marzo.