Higuain, da idolo indiscusso dei napoletani a bersaglio dei tifosi argentini

higuain

Ai tifosi dell’ Albiceleste non è andato giù l’errore di Higuain in finale contro il Cile. Pioggia di critiche ed insulti per il campione argentino

Come passare da Idolo indiscusso e intoccabile alle falde del Vesuvio ad essere la causa principale dei fallimenti della nazionale argentina.

Questo è il destino del campione azzurro Gonzalo Higuain.

Dopo l’annuncio dell’addio di Leo Messi dalla nazionale, i tifosi argentini si sono scagliati contro il Pipita, reo ai loro occhi, di aver fallito una facile occasione in finale contro il Cile, che va aggiunta ai gol sbagliati nelle finali contro Germania ai mondiali del 2014, e lo scorso anno, sempre in coppa America contro il Cile.

A nulla sono valse le magie del Pipita nelle partite che hanno portato l’argentina in finale, gli occhi foderati dei tifosi argentini non hanno voluto sentir ragioni, e da questa notte si sono in massa scagliati contro il numero 9 azzurro criticandolo aspramente e riempendolo di insulti.

Inutile dire che l’errore di ieri da parte del Pipita è nato da una azione che si è creato da solo, e durante tutto il resto della partita non ha avuto una sola palla gol.

Sebbene per i tifosi argentini debba essere dura digerire la terza finale persa in 3 anni consecutivi (Germania ai mondiali in Brasile del 2014 e due volte il Cile in coppa america 2015-2016), sembra alquanto fuori luogo riversare la propria rabbia e la propria frustrazione su un campione che non si è mai tirato indietro, ma che è sempre stata una pedina fondamentale per questa nazionale, con i suoi gol che spesso hanno rappresentato una vera e propria manna dal cielo.

Higuain
Continua l’incubo finale per Gonzalo Higuain

Secondo alcune indiscrezioni il Pipita starebbe addirittura pensando ad un addio alla nazionale, il che rappresenterebbe , insieme a quello già annunciato di Leo Messi, una vera e propria ecatombe per la nazionale argentina che comunque è riuscita per 3 anni consecutivi a raggiungere 3 finali.

Una cosa è certa, a Napoli attendono il Pipita come si attende un eroe, e tutti i tifosi azzurri non vedono l’ora di riabbracciare il proprio idolo e di affrontare insieme a lui un nuovo campionato ripartendo dai 36 gol dello scorso, che hanno rappresentato il nuovo record di reti realizzato in tutta la storia della serie A.