Giugliano, dimissioni di presidenti di seggio sospette, la procura indaga



Giugliano

A Giugliano parte l’ennesimo terremoto giudiziario sulle elezioni. La procura della Repubblica di Napoli Nord ha avviato un’indagine su 24 presidenti di seggio dimessisi il giorno prima delle elezioni, sostituiti prontamente dall’ Ufficio Elettorale

Secondo le indagini, pare che alcuni dei presidenti scelti non avessero i requisiti e che addirittura i loro nominativi siano risultati esterni alle liste della Corte D’Appello. Inoltre, nel mirino della magistratura sono finite anche le percentuali di votanti registrate dalle 19 alle 23, considerate sospette rispetto alla media regionale. Alle 19, infatti, Giugliano risultava una delle città con la più alta percentuale di astensionismo. Dalle 19 alle 23, invece, in alcune sezioni le percentuali di affluenza sono addirittura aumentate sproporzionalmente, nonostante si stesse giocando l’ultima partita di campionato del Napoli.

La procura indaga soprattutto sui seggi dove i presidenti sono stati sostituiti, per accertare se vi sia o meno un filo logico tra le sostituzioni e l’aumento del numero dei votanti registrato tra le 19 e le 23.

Ricordiamo che il comune di Giugliano esce da due anni di commissariamento per infiltrazioni camorristiche.

Leggi anche