Giochi d’azzardo in strada, il messaggio di Francesco Emilio Borrelli

giochi d'azzardo

I residenti dei comuni di Sant’Anastasia e Pollena Trocchia hanno sottoscritto una petizione contro gli schiamazzi notturni dovuti ai giochi d’azzardo

È da tempo che i residenti di via Romani Costanzi, tra Sant’Anastasia e Pollena Trocchia, non dormono sonni tranquilli a causa di alcune persone che, recintando la strada con le loro automobili, danno vita a giochi d’azzardo (in particolare, il gioco delle bocce) che si protraggono fino a tarda notte. I cittadini hanno deciso, pertanto, di sottoscrivere una petizione e inviarla al sindaco del comune di Sant’Anastasia, all’assessore e al Comandante della Polizia Municipale per mettere la parola “fine” a questo fenomeno.

“Circa 50/60 persone” recita la petizione “giocano a bocce urlando e provocando disagi a noi cittadini residenti, occupando il suolo comunale con un campo di bocce completamente abusivo“, e disturbando la quiete pubblica con “cori molto forti e urla”.

A renderlo noto attraverso un post sulla pagina Facebook è stato Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale della Campania di Davvero Verdi, che ha evidenziato come alcuni individui danneggino la strada e disturbino i residenti, scommettendo presumibilmente anche grosse cifre di danaro.

Il consigliere si schiera quindi a favore dei cittadini, che, soprattutto nei fine settimana, si trovano costretti a sopportare una situazione non gradita come questa.