29 Gennaio 2021

Gattuso: “Io non mi dimetto, di Padre Pio ce n’è stato uno!”

gattuso

Gattuso nel post Napoli-Spezia: “Io non mi dimetto, di Padre Pio ce n’è stato uno!”. Il tecnico azzurro è sotto i riflettori, la sua reazione

Gennaro Gattuso è più volte messo in discussione dalla piazza di Napoli, divenuto oramai un’alibi ogni volta che subentra una cattiva prestazione o una sconfitta degli azzurri. Negli ultimi mesi, però, la valanga di commenti pungenti nei confronti di Rino si è rafforzata. L’allenatore calabrese non gradisce atteggiamenti del genere e, soprattutto, il continuo invoco alle dimissioni. Così, dopo la vittoria di Napoli – Spezia, in diretta TV, ‘Ringhio‘ da sfogo ai suoi pensieri e commenta l’attuale scenario contornato da un’eccessiva e inutile pressione.

Gattuso ritiene ingiuste tali critiche, dato che il successo della Coppa Italia e la qualificazione sono frutto di tanto lavoro. Dunque, certe opinioni – secondo il mister – – sono di natura esorbitante e il costante accanimento nei suoi confronti è fonte di stress.

Le dichiarazioni a fine partita

DIMISSIONI – “Sono un professionista, non ho bisogno di fiducia. Ogni volta mi viene chiesto sistematicamente se ho intenzione di dimettermi. Non capisco perché ogni volta sento dire che mi devo dimettere. Non mi dimetto. Faccio bene il mio lavoro, devo anche avere rispetto della mia famiglia. Questa è la quarta semifinale di Coppa Italia che faccio, ma nessuno lo sottolinea – dice Gattuso -. Tutto quello che sta succedendo qui a Napoli mi sembra eccessivo. Sembra sempre che questa squadra non faccia nulla, ma non è così. Ma non mi deprimo, sono un uomo “cazzuto”. Se mi girano i due minuti, me ne vado ad allenare in Kuwait, non ho problemi. Lavorerò al Napoli fino a quando mi faranno lavorare. Se poi al presidente non va bene, sono un dipendente e mi manda via”.

SEMIFINALE – “Dobbiamo far trovare la condizione a Mertens ed Osimhen. Victor ha avuto un problema alla spalla il Covid ed ora ha bisogno di riprendere la condizione. Dries sta bene ma la caviglia dà sempre problemi. Stanno giocando al 30-40%. Dobbiamo ritrovarli, si spiega così il calo nella ripresa. Siamo stati bravi stasera, ma abbiamo creato di più in campionato contro lo Spezia. Oggi abbiamo segnato ad ogni occasione. Con il Verona potevamo raddoppiare, non è successo ed abbiamo perso. Dobbiamo stare tranquilli e lavorare.”

POLEMICHE – “Non mi danno fastidio le voci, sono un professionista. Ringrazio i ragazzi per quello che mi viene dato. A me viene chiesto di dimettermi, ad altri colleghi no. Mi sono dimesso al Milan perché non credevo di poter fare di più, qui non mi dimetto. Poi se i risultati non vanno bene lo dice la società. Di Padre Pio ce n’è stato uno, io non mi dimetto. Sto qua, faccio il mio lavoro. Sono quattro anni che faccio questo lavoro e sono alla quarta semifinale di Coppa Italia. Vorrei vedere l’Inter senza Lukaku e Lautaro.”

DE LAURENTIIS – “Ha parlato con la squadra e mi ha tranquillizzato anche se non ne avevo bisogno. Io faccio il mio lavoro, se non va bene pazienza. Siamo in semifinale di Coppa Italia, guardate dove sono Real Sociedad e AZ Alkmaar e sembra che non abbiamo fatto nulla nonostante abbiamo superato il girone. Nessuno mi ha regalato nulla, io non mi deprimo.

Qui però è difficile vincere.”

ARTICOLO CORRELATO: “POLITANO: L’ALLENATORE URLA PARECCHIO, MA NOI SIAMO CON LUI”

SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK E RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON OGNI NOTIZIA SU NAPOLI.ZON, CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.