Furto alla paninoteca Tortora: l’appello del propietario

Tortora

Questa mattina la saracinesca della paninoteca Tortora di Via Carducci, è stata danneggiata da ignoti. Il proprietario: non rubate, vi insegno io a lavorare

Un nuovo tentativo di furto è stato messo in atto, questa mattina, ai danni della sede di Via Carducci, della paninoteca Tortora.

Il locale, tra i più famosi posti di ritrovo dei giovani napoletani, è stato danneggiato e vandalizzato da ignoti.

Questa mattina, i proprietari del locale, hanno trovato la saracinesca forzata e danneggiata. Anche la polizia è intervenuta, ma non è ancora chiara l’entità del danno subito: mancherebbe infatti, il registratore di cassa, ma non è ancora certo contenesse denaro.

Nel frattempo il proprietario, Mario Tortora, ha parlato attraverso il suo legale: “Sono molto dispiaciuto, è la terza volta che siamo vittime di furti e rapinatori. Tanti danni e tempo rubato, ma noi andiamo avanti con passione e con coraggio. Lo dobbiamo fare anche per i nostri affezionati clienti e amici che ci riempiono di solidarietà e ci chiedono di non arrenderci. Io mi auguro solo che chi rischia tanto lo abbia fatto solo per vero bisogno e non per comprarsi scarpe Hogan o droga. E vorrei dire a questi soggetti più sfortunati: non rubate, non rapinate, venite e parliamo. Vi insegno io l’arte dei panini come si diventa piastristi e si può lavorare ovunque onestamente come ho iniziato io”.

Il furto avviene ad un mese di distanza da quello messo in atto ai danni del Puok Burger Store, anche le dinamiche appaiono le stesse.