Fuorigrotta, prostitute rovistano i rifiuti per cercare della legna

fuorigrotta
Foto tratta da Il Mattino

Fuorigrotta, un gruppo di prostitute rovista i rifiuti per cercare della legna così da accendere un fuoco per riscaldarsi

A Fuorigrotta, da diverso tempo un gruppo di brave ragazze scavano nei rifiuti in cerca di qualcosa per riscaldarsi.

A causa del loro lavoro sono costrette a morir di freddo nell’attesa del prossimo cliente. Così per non prendere freddo hanno iniziato a scavare tra i rifiuti nell’area compresa tra il piazzale Gabriele D’Annunzio, via Luigi Pirandello e via Giacomo Leopardi.

I residenti si sono lamentati parecchie volte di questo comportamento delle prostitute visto che lasciano tutta l’immondizia sparpagliata. Un po’ come fanno i rom e i vagabondi che rovistano e lasciano tutto in disordine.

Il gruppetto di ragazze di colore da diverse notti raccogle tra i rifiuti della legna e materiale infiammabile che poi  danno fuoco lungo via Terracina.

Come affermano alcuni residenti nel Mattino, le ragazze lavorano nei pressi del cimitero non nei dintorni. A via Terracina vanno solo per raccogliere la legna per il falò.

Ormail il fenomeno della prostituzione sta aumentando sempre più ad Agnano, Bagnoli e nei dintorni. La situazione è un po’ preoccupante difatti bisognerebbe imporre dei provvedimenti.