Fuorigrotta ospiterà un nuovo Polo Universitario

fuorigrotta

Nascerà a Fuorigrotta il nuovo Polo Universitario grazie anche all’intesta tra il Sindaco De Magistris e il Rettore dell’Università Parthenope

Fuorigrotta, precisamente il quartiere Cavalleggeri d’Aosta, in piazza Neghelli sarà sede di un nuovo Ateneo Universitario grazie all’accordo firmato tra il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il Rettore dell’Università Parthenope Alberto Carotenuto.

Un risultato importante frutto della condivisione con la comunità scolastica dell’ I.C. Gigante Neghelli che lavorerà in sinergia con la facoltà di Scienze Motorie dell’Università degli Studi Parthenope, per un esperimento didattico unico a livello cittadino.

Come spiega infatti l’assessore con delega al Patrimonio, Alessandra Clemente ci spiega come lo sforzo di creare un percorso culturale nuovo in una città come Napoli sia la priorità oggi:

“…andremo a rivalorizzare una struttura abbandonata nel quartiere di Cavalleggeri (Fuorigrotta) che diventerà un polo universitario per la facoltà di Scienze Motorie […].

Un qualcosa che era abbandonato, e troppe volte oggetto di degrado e di diffocoltà di questo quartiere diventa un’opportunità per il diritto alla formazione e all’istruzione”.

 

Protocollo con Università Parthenope

A Cavalleggeri d’Aosta una scuola abbandonata diventa sede dell’Università. Ieri il nostro Sindaco Luigi de Magistris e il Rettore dell’Università Parthenope Alberto Carotenuto hanno firmato un importante protocollo d’intesa tra il Comune di Napoli e l’Università che porterà all’apertura di un nuovo ateneo in Piazza Neghelli, quartiere Cavalleggeri d’Aosta, nella Municipalità 10.Lavorare alla rigenerazione dei territori, dare nuove occasioni ai giovani di Napoli che, così come gli edifici che l’attraversano, costituiscono il patrimonio della nostra città, mi riempie di orgoglio e mi da la carica di fare sempre meglio.#GiovaniPatrimonio

Pubblicato da Alessandra Clemente su Giovedì 31 ottobre 2019

Leggi anche: Sommelier dell’olio al Gambrinus