Federico II, No all’Aumento delle Tasse Universitarie



bomba Federico II

Oggi, 14 luglio 2015, il Consiglio degli Studenti dell’Università Federico II di Napoli è stato chiamato ad esprimersi in merito alla proposta di aumento delle Tasse Universitarie per l’Anno Accademico 2015/2016

Il Consiglio studenti Federico II ha rigettato la proposta dell’Amministrazione che prevedeva l’Aumento delle Tasse e che inevitabilmente avrebbe colpito duramente l’intera popolazione studentesca.

L’Università degli Studi di Napoli Federico II ed il suo Rettore, Gaetano Manfredi, aveva infatti proposto un aumento delle Tasse Universitarie che andava dal 2%  a circa il 20%.graduation hat with euro money

La proposta ha suscitatola protesta dei Rappresentanti degli Studenti riuniti per il Consiglio di Ateneo.

Il Consiglio non ha potuto infatti esimersi dall’opporsi con fermezza ed all’unanimità nei confronti di una proposta ritenuta penalizzante per gli studenti della Federico II di Napoli,  l’università più grande del Sud Italia e che fino ad ora era una delle poche in Campania a presentare tasse contenute e che meno gravavano economicamente sugli studenti iscritti .

Così si è espresso Luca Scognamiglio, Presidente del Consiglio degli Studenti della FedericoII e membro dell’ Associazione Confederazione degli Studenti:

20150415_universita_rettifilo

“Oggi, 14/07/2015, il Consiglio degli Studenti, è chiamato ad esprimersi in merito alla proposta di aumento delle tasse universitarie per l’Anno Accademico 2015/2016, ha rigettato la proposta dell’amministrazione che prevede l’AUMENTO delle tasse, andando a colpire duramente l’intera popolazione studentesca. Il Consiglio non ha potuto esimersi dall’opporsi con fermezza, all’UNANIMITA‘, ad un intervento così penalizzante per gli studenti dell’Università più grande del Sud Italia, che fino ad ora aveva fatto del contenuto regime di tassazione (ad oggila Federico II è l’ateneo campano che meno grava economicamente sui suoi studenti!!) forte motivo di vanto. Porteremo avanti con decisione, con tutti i metodi che ci sono consoni, questa posizione in tutti i consessi, locali, regionali e nazionali, in cui abbiamo una voce. Si sta impostando, dunque, un dialogo con le istituzioni, augurandoci che il Magnifico Rettore faccia sua la nostra posizione, muovendosi all’unisono con la rappresentanza per far fronte in maniera alternativa alla necessità di reperire fondi dell’ateneo. Sia chiaro che al primo posto, in questa Università, ci sono gli STUDENTI!!”

In conclusione dell’assemblea è stata anche approvata l’idea di avviare l’iter per l’istituzione di un’aula aperta 24 ore per tutti gli studenti dell’Università Federico II.

Fonte : Uninotizie.it

Leggi anche