Fattore smog: polveri di nuovo nella norma

Fattore smog

Dopo le piogge consistenti che hanno interessato le nostre zone negli ultimi giorni, il fattore smog sembra essersi nuovamente regolato

La conferma arriva dall’Arpac (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale), il fattore smog sembra essere ritornato nuovamente nella norma, in seguito alle numerosi piogge che in questi giorni stanno interessando i nostri territori. Il Comune di Napoli già ieri aveva rivisto il suo provvedimento di stop alle auto, ripristinando da oggi la vecchia ordinanza meno restrittiva che esclude i mezzi euro 4 dal blocco.

Tale scelta sembra aver provocato un po’ di tensione fra il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e l’Arpac a causa delle dichiarazioni del commissario Pietro Vasaturo sull’opportunità di aspettare prima il conforto dei dati. Il responsabile dell’Arpac, tuttavia, precisa che non intendeva polemizzare la scelta del sindaco ma solo che sarebbe stato preferibile aspettare l’arrivo dei dati prima di comunicarli. Un guasto tecnico, ovvero un problema alla linea internet, ha impedito di fornirli nell’immediato.

Infine, dai dati riportati, emerge che il fattore smog sia nettamente migliorato in tutte le aree monitorate dalla centralina per la qualità dell’aria. I valori sono tutti sotto la media giornaliera di 50 microgrammi. Il 2 gennaio, invece, con il dispositivo di blocco delle auto già in vigore, i valori erano ancora sopra la media: all’Osservatorio Astronomico (52), nella zona del Museo Nazionale (53), alla Ferrovia (76) e a via Argine (154).