Ernesto Paolozzi presenta il suo nuovo libro

Ernesto Paolozzi

Il 12 ottobre nella libreria vomerese Iocisto Ernesto Paolozzi ha presentato la seconda edizione del libro “Il liberalismo come metodo”

La sera del 12 ottobre, a partire dalle ore 18.00, si è tenuta la presentazione del libro “Il liberalismo come metodo” di Ernesto Paolozzi, filosofo napoletano e docente di Storia della Filosofia Contemporanea presso l’Università Suor Orsola Benincasa. L’evento, accolto con grande partecipazione ed interesse, si è svolto presso la libreria vomerese “Iocisto”, situata in Via Domenico Cimarosa, 20. Durante la conferenza, moderata da Gianpaolo Paladino, è intervenuto anche il Presidente della V Municipalità di Napoli Mario Coppeto.

Il libro, giunto alla sua seconda edizione e pubblicato dalla casa editrice Kairòs (la prima edizione è edita da Fondazione Einaudi di Roma), è un trattato filosofico sul Liberalismo: non si parla, dunque, del Liberalismo Classico e della teoria economica che ne è derivata (si veda Liberismo), ma del Liberalismo inteso come “pensiero della libertà”.
Grande ispiratore delle opere dell’autore è il pensiero del filosofo partenopeo Benedetto Croce ed il suo, come definito da Ernesto Paolozzi stesso, “liberalismo metodologico”.

Per ulteriori informazioni sul contenuto dell’opera, pubblichiamo la breve intervista ad Ernesto Paolozzi di Napoli.ZON:

D: Da cosa è nata l’idea del libro e di cosa parla?
R: Sono molti anni che studio il pensiero di Croce e del liberalismo in generale. L’idea del libro è nata da una teoria semplice e al contempo complessa: l’idea che per certi aspetti il liberalismo ha vinto, nel senso che sono caduti fascismo e comunismo, i suoi avversari storici. Ma il liberalismo è in grado di risolvere i problemi che quelle dottrine mettevano in campo? La mia risposta è che il liberalismo semplicemente economico, inteso come enfatizzazione del mercato e del libero scambio, li risolve solo parzialmente […] e certe altre volte può addirittura complicarli, trasformandosi in una sorta di totalitarismo. Va recuperato un liberalismo come filosofia della libertà, il quale, ponendo la libertà al principio di ogni cosa, commisura l’idea di democrazia, di libertà economica, di stato con il principio della libertà. […] In questo senso, un liberalismo moderno è un liberalismo metodologico.

D: Il libro è già stato pubblicato?
R: Il libro è pubblicato dall’editore napoletano Kairòs; questa è una seconda edizione, con una circolazione nuova, […] che ho rinnovato sia nella scrittura che aggiungendo alcuni capitoli.