Dracula. E’ a Napoli che giace la sua tomba

Dracula

Dracula. E’ a Napoli che giace la sua tomba, un’epigrafe con un codice segreto ne è la conferma

Se fino ad adesso avete creduto che Dracula fosse solamente un prodotto letterario o una leggenda raccontata per spaventare i bambini, vi ricrederete dopo aver scoperto che la tomba dell’omonimo Conte è sepolta proprio qui a Napoli.

Ma cosa lega questo personaggio alla nostra città?

Dracula, o meglio conosciuto come Vlad III di Valacchia, uomo brutale, definito               “L’impalatore” per la sua abitudine ad impalare gli uomini dopo averli uccisi, era membro dellOrdine del Dragone come il re di Napoli Ferrante d’Aragona.

Fu dichiarato morto durante una battaglia contro i Turchi, in quanto nessuno riuscì più a ritrovarlo.
Così sua figlia Maria, di sette anni, fu adottata da una donna napoletana e condotta nel regno di Napoli. Qui sposerà un nobile della famiglia Ferrillo, e alla loro morte verranno poi entrambi sepolti a Napoli.
Ma l’epigrafe trovata sulla tomba di colui che doveva essere Ferrillo, il marito di Maria, situata nella Cappella Tubolo di Napoli, fa pensare che al suo interno non ci siano le spoglie dell’uomo, ma proprio quelle di Vlad.

Perché pensare questo?

Innanzitutto, la traduzione della seguente epigrafe non è ancora stata completata, in quanto, sembra essere scritta in più lingue, con riferimenti a vari alfabeti che la fanno sembrare un vero e proprio codice segreto.
Tuttavia risulta evidente come il nome Vlad venga ripetuto più volte, così come anche il simbolo del drago, emblema ufficiale della famiglia del Conte.

Ma come potrebbe essere finita qui la sua tomba?

Una presunta spiegazione è stata riportata al Mattino da una studentessa napoletana, Erika Stella. Innanzitutto si è pensato che Dracula non fosse stato ucciso dai turchi, bensì fatto loro prigioniero, venne poi riscattato da Maria e portato in Italia, ed infine, dopo la sua morte, seppellito a Napoli.

Non vi è naturalmente ancora una conferma certa di tali supposizioni.
Tuttavia così tante storie e leggende sono state vissute e raccontate tra le mura di questa città, che non stupisce il fatto che le spoglie del famigerato Conte Dracula possano essere seppellite proprio qui.