Coronavirus, dati positivi in Campania: liberati 96 posti in terapia intensiva

coronavirus

L’Emergenza Coronavirus preoccupa l’Italia. Tuttavia, in Campania si registrano dati incoraggianti. Ad Aprile sono calati i ricoveri in terapia intensiva

L’Emergenza Coronavirus continua ad essere una seria minaccia per l’Italia. Il Paese ha infatti subito gravi danni, sia dal punto di vista sanitario che economicamente. Tuttavia, per quanto concerne l’emergenza sanitaria, i dati in Campania fanno ben sperare. Se il 31 Marzo si contavano 133 persone in terapia intensiva, oggi i pazienti sono appena 37. Un decremento di ben 96 individui in un mese. Un risultato importante ed incoraggiante.

Ma allora la Campania si è già messa alle spalle il problema COVID-19? Assolutamente no! Come dichiarato da Vincenzo De Luca infatti, occorre mantenere comportamenti responsabili per evitare la diffusione del Coronavirus. Il Presidente della Regione Campania ha affermato che è pronto a richiudere tutto se i cittadini violeranno le misure di contenimento del virus.

Il pericolo c’è ancora e bisogna tenere la guardia alta. Tuttavia, il quadro generale relativo all’Emergenza COVID-19 non è così negativo. Stanno infatti calando costantemente i contagi ed i ricoveri in terapia intensiva, mentre aumentano i pazienti guariti. Ad oggi restano dunque 37 pazienti in terapia intensiva. Il rischio era appunto che gli ospedali si riempissero e non riuscissero a curare tutti.

Fortunatamente, grazie ai comportamenti responsabili tenuti in questi mesi, ed all’intuizione del prof. Ascierto relativa al farmaco Tocilizumab, la situazione Coronavirus in Campania è migliorata. Tuttavia, 37 persone sono ancora troppe. Non ci si deve assolutamente rilassare, e pensare che il virus sia alle spalle. Anzi, proprio ora che si iniziano a vedere i risultati, occorre ancora più tenacia. Il senso civico dei cittadini può fare la differenza. Insomma, i casi di COVID-19 in Campania ci sono sempre. E per arrivare ai tanto auspicati zero contagi, bisognerà sacrificarsi ancora. La luce ora si vede. Ora sta ai Campani “illuminarla” o “spegnerla”.

Coronavirus, De Luca:”Responsabilità o si torna tutti a casa”

SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. CLICCA QUI.