Convegno antistalking “Prova a scappare amore mio”

convegno

Il convegno antistalking “Prova a scappare amore mio” si terrà al tribunale di Torre Annunziata il 4 ottobre

NAPOLI, 1 OTTOBRE – Il convegno Prova a scappare amore mio” è il prossimo incontro-studio proposto dall’associazione IN-OLTRE. Il titolo è tratto dall’ultimo lavoro di scultura del maestro Antonio Carotenuto.

Dopo varie iniziative nel sociale, con argomentazioni basate sulla legalità e la cultura, IN-OLTRE ha promosso il convegnoconvegno “Prova a scappare amore mio” con un sottotitolo che chiarisce da subito l’argomento “Stalking: profili giuridici e criminologici“.

L’appuntamento, in programma martedì 4 ottobre alle ore 15,30 nell’Aula Siani del Tribunale di Torre Annunziata, si interesserà di raccontare e spiegare l’analisi giuridica del reato e le mancanze delle normative, in che modo viene violata la libertà morale e fisica della vittima e il profilo comportamentale di uno stalker.

Al convegno interverranno figure professionali impegnate nei vari e specifici settori come: Gennaro Bartolino (avvocato penalista),Vincenzo Gioia (dirigente commissariato PS Torre Annunziata), Antonella Esposito (criminologa), Giovanni de Angelis (gip Tribunale Torre Annunziata) e Rosita Pepe (presidente associazione Artemide).

La regia dell’intero evento sarà curata nei particolari da Anna Brancaccio, l’avvocato che ha organizzato la manifestazione con l’ausilio e la collaborazione del presidente dell’associazione IN-OLTRE, l’avvocato Maria Stanziano.

A fare da cornice al convegno e ad abbellire l’evento, ci sarà la scultura di Carotenuto, come è già successo altre volte nell’Aula Siani: sarà drammatizzata dall’attore Nando Zanga che proverà a creare le sensazioni e le vibrazioni dell’argomento trattato. A completare l’opera vi sarà in anteprima nazionale la proiezione del trailer Malamore con la regia di Onofrio Brancaccio e con la recitazione di Fabio De Caro, colui che ha interpretato il personaggio di “Malammore” nella serie Gomorra .

L’evento è stato patrocinato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata.