Cittadinanza Onoraria Maradona: in 30mila in Piazza per l’evento

maradona
Cittadinanza Onoraria Maradona

Saranno circa 30mila gli spettatori che potranno godere in Piazza Plebiscito della consegna delle chiavi della città

Cittadinanza Onoraria Maradona – Trentamila gli spettatori, trentamila tifosi che potranno assistere alla consegna della cittadinanza onoraria di Napoli a Diego Armando Maradona.

Cittadinanza Onoraria Maradona: La data ufficiale!

Per la cittadinanza onoraria di Maradona, bisogna aspettare ancora qualche giorno. Precisamente la sera del 5 luglio in Piazza del Plebiscito.

Secondo l’Ansa, la capienza è stata definita al termine di una riunione della commissione per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunita stamattina nella prefettura di Napoli.

Il Comune, rappresentato dall’assessore allo sport Ciro Borriello, ha portato il proprio progetto che prevede la divisione della piazza secondo i criteri che evitano un eccessivo affollamento al centro dell’emiciclo.

Il criterio adottato per la definizione della capienza è stato di due persone per ogni metro quadro disponibile.

L’accesso a Piazza Plebiscito, in cui il palco sarà allestito a ridosso della Basilica di San Francesco di Paola, sarà rigorosamente controllato con due punti di prefiltraggio, uno dal lato di Piazza Trieste e Trento e uno dal lato di via Cesario Console.

Insomma, Maradona è pronto a riabbracciare Napoli.

Continuate a seguirci sulla pagina Facebook

CONDIVIDI
Articolo precedenteAgente Mario Rui: ha scelto il Napoli
Prossimo articoloNapoli-Londra: madre partenopea si batte per la vita di Charlie

Provo a fare lo scrittore, ci provo. E come tutti gli scrittori soffro della sindrome del blocco dello scrittore, più o meno da quando sono nato. Il mio unico libro, che uscirà forse mai, è l’autobiografia di ciò che in parte sono, in parte non avrei mai voluto essere. Pessimista per natura, eternamente sulla cresta della ragione (nel senso che ho sempre ragione).
Vorrei fare il giornalista, ma alcuni dicono che spiare Belen e Stefano, non fa di me un giornalista, al massimo un pessimo guardone.
Saccente (lo dice mammà), sarcastico (lo dice la guagliona). “Cazzimmoso” per gli amici, perfetto per me.
Studente di sociologia, da una vita.
Biocentrico dalla nascita.
Amante della natura, della vita selvaggia e di tutto ciò che non è “umano” o creato in trascendenza dall’uomo o per esso.