HomeAttualitàCina tampone rettale: il Giappone dice no. "E' uno stress psicologico"

Cina tampone rettale: il Giappone dice no. “E’ uno stress psicologico”

Covid-19

Italia
472,196
Totale casi Attivi
Updated on 22 April 2021 19:18

Cina tampone rettale: la pratica è definita obsoleta dal Giappone che si lamenta col governo cinese

CINA TAMPONE RETTALE – Da qualche tempo la Cina, da cui è partita la pandemia, ha iniziato a utilizzare una pratica ‘differente’ per eseguire i tamponi e verificare l’eventuale positività al covid-19.

Si tratta di tamponi anali: questi vengono utilizzati ormai dalla fine del mese di gennaio quando i medici hanno cominciato a praticare la tecnica perchè, secondo loro, si tratterebbe di un metodo più accurato rispetto ad altri usati fino a ora, come a esempio quello faringeo.

Il Giappone però ha fatto sentire la voce e ha deciso di lamentarsi nei confronti di una pratica che, spiega Kato, il portavoce del governo, “non si usa da nessun’altra parte del mondo”.

Queste le sue parole ai giornalisti:”Abbiamo inviato una richiesta basata su una serie di lamentele che la nostra ambasciata ha ricevuto da cittadini giapponesi che stanno vivendo un alto grado di stress psicologico”.

La richiesta però, al momento, non ha avuto alcuna riposta. Pechino si fa attendere, spiegano i colleghi di Sputniknews.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE L’ARTICOLO: PRIMO DPCM DRAGHI: ECCO COSA CAMBIA

SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK E RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON OGNI NOTIZIA DI CRONACA, ATTUALITA’, SPORT, CULTURA, EVENTI, POLITICA, CORONAVIRUS, UNIVERSITA’ E TANTO ALTRO ANCORA: CLICCA QUI E LASCIA UN MI PIACE

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE