18 Ottobre 2022

Cellulari e droga in carcere: arrestato anche il garante dei detenuti

Cellulari e droga nel carcere di Poggioreale: 8 persone arrestate tra cui il garante dei detenuti del Comune di Napoli Pietro Ioia

corriere del mezzogiorno-della sera

CELLULARI E DROGA IN CARCERE- Una vera e propria associazione a delinquere era quella messa in piedi nel carcere di Poggioreale a Napoli dove venivano introdotti cellulari e droga per i detenuti.

Il tutto, appunto, per introdurre nella struttura penitenziaria droga da consegnare agli organizzatori che poi veniva venuta ai reclusi nel carcere. Secondo quanto riportato da Tgcom24, sono 8 le persone che sono state arrestate dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Castello di Cisterna. 

Tra i fermati c’è anche il garante dei detenuti del Comune di Napoli, Pietro Ioia. Le persone arrestate sono accusate di associazione a delinquere finalizzata all’accesso indebito a dispositivi non idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti e corruzione.

Gli uomini arrestati sono tutti detenuti del carcere di Poggioreale e tra loro figura Pietro Ioia che è il garante dei diritti delle persone private o limitate nella libertà personale del Comune di Napoli. Ricoprendo questo ruolo, infatti, riusciva ad avere libero accesso e portare all’interno della struttura penitenziaria, facilmente, sia cellulari che droga, per un compenso ovviamente.

Sei degli arrestati sono finiti in carcere, gli altri due ai domiciliari.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo: L’oncologo Ascierto salva un uomo in arresto cardiaco

Seguici su Facebook. Clicca qui.
Seguici su Instagram. Clicca qui
Seguici su Twitter. Clicca qui.