Castel Dell’Ovo, scoperte mura difensive risalenti a circa tremila anni fa

castel dell'ovo
castel dell'ovo

I fondali di Castel dell’Ovo rivelano mura difensive di circa tremila anni fa: gli archeologi marini scoprono le difese dell’isolotto di Megaride

Gli archeologi marini hanno riportato alla luce delle mura difensive di circa tremila anni fa poste a pochi metri da Castel Dell’Ovo.

In particolare le mura tufacee erano poste a difesa dell’approdo all’isolotto di Megaride (fonte: Il Mattino).

Le ricerche, condotte dalla IULM di Milano in collaborazione con la soprintendenza archeologica di Napoli e con Marenostrum Archeoclub d’Italia, sono in fase di sviluppo ma presto le scoperte saranno visitabili.

Il geologo Rosario Santanastasio, infatti, ha dichiarato di voler rendere tali percorsi accessibili a tutti, lasciando intendere, dunque, la volontà di creare percorsi adatti anche ai diversamente abili.

L’archeologo Filippo Avilia, in merito alle mura scoperte, ha affermato che risalgono circa al VII secolo a.C. e che, come da loro teorizzato, sembrano confermare l’esistenza di un approdo antico nell’area di Castel Dell’Ovo.