Protesta alla Whirlpool di Carinaro, in sei passano la notte sul tetto per protesta

Protesta
Protesta di sei operai sul tetto dello stabilimento Whirlpool di Carinaro: uno di essi colto da malore improvviso

Protesta alla Whirlpool di Carinaro, a causa di un malore termina la protesta di un operaio

I 50 milioni stanziati dalla Regione Campania  e l’incontro con i vertici dell’azienda degli scorsi giorni, non bastano per evitare la chiusura dello stabilimento di Carinaro. Da ieri pomeriggio sei lavoratori hanno dato luogo a un nuovo tipo di protesta, scegliendo di trascorrere la notte sul tetto dell’azienda.

Whirlpool di Carinaro

La pacifica protesta sembrerebbe esser scattata quando la stessa azienda, dopo essersi incontrata con il Mise, provvedeva a confermare la chiusura del sito. I lavoratori ovviamente non ci stanno, ma a farne le spese è sempre l’operaio. L’atto di protesta è andato avanti per alcune ore, sino a quando un improvviso malore ha colto di sorpresa uno dei manifestanti presenti sul tetto, costretto a scendere da quest’ultimo per esser soccorso.