Caremar, disabile viaggia in garage: non c’è l’ascensore

caremar

Barriere architettoniche a Napoli: disabile in carrozzella costretto a viaggiare nel garage del traghetto Caremar

Spiacevole episodio quello vissuto da un passeggero del traghetto Caremar, che percorreva la tratta Procida-Inschia-Napoli. L’uomo, portatore di handicap, è stato costretto a trascorrere l’intero viaggio all’interno del garage.

Sembra che sull’imbarcazione non fosse presente un ascensore. L’impianto sarebbe stato utile al trasporto dell’uomo al piano superiore. Il passeggero è, infatti, dotato di carrozzella e, di conseguenza, a ridotta capacità motoria.

La denuncia

A denunciare l’accaduto è stato il consigliere regionale Francesco Emilio Borelli. «Non è la prima volta – scrive Borelli – che la Caremar si rende protagonista di simili episodi e, nonostante tutto, nulla è stato fatto per evitare questa vergogna che getta discredito sull’immagine dell’intera isola di Ischia

La questione dell’abbattimento delle barriere architettoniche è di vitale importanza per le aziende che dovrebbero svolgere un servizio pubblico. Conclude Borelli: «non è ammissibile tanta ignoranza in un settore strategico per la nostra regione come quello del turismo».