Caos in Circumvesuviana, corse soppresse. Ecco perché

caos

Nella circumvesuviana vige il caos, in seguito ad una serie di corse soppresse, servizio Bus in tilt, e tanti altri disagi che i cittadini devono subire.

Corse soppresse, servizi bus che vanno in tilt: sono queste le cause che determinano sempre più caos per i passeggeri che necessitano di prendere quotidianamente i mezzi pubblici. Da qualche giorno a questa parte le linee della Circumvesuviana, in seguito alla decisione di alcuni capitreno di rifiutare lo straordinario, sono state in gran parte soppresse.L’organico dei capitreno è ridotto al minimo e l’azienda è costretta a ricorrere allo straordinario tutti i giorni per provare a rendere i servizi sufficienti.

L’Eav ha predisposto un servizio automobilistico sostitutivo ma anche in questo caso si stanno verificando disagi. Infatti, i bus, nel traffico della provincia di Napoli, non riescono a garantire il pieno rispetto degli orari, determinando anche in questo caso forti ritardi, che inevitabilmente finiscono per creare ugualmente disagio.

L’agitazione dei capitreno è stata decisa dopo un’assemblea della Cisal, che da tempo sta portando avanti una protesta per il servizio di controlleria, per la quale l’Eav ha creato una struttura a parte ma, a sentire i sindacalisti, ci sarebbero pure problemi legati alla sicurezza. Infatti i capitreno sono esposti alla violenza di vandali e teppisti quotidianamente, e per tale motivo questi ultimi richiedono tutele. Per cui, entro la fine della giornata, i vertici dell’Eav, hanno convocato il sindacato, al fine di trovare una soluzione inerente a tale problema, eliminando il caos creato.

Infine, non è la prima volta che la questione “circumvesuviana” attira la nostra attenzione. Dall’acqua che durante le giornate di forte pioggia cade all’interno nei vagoni costringendo i pendolari ad aprire l’ombrello pur di non bagnarsi, alla questione degli scioperi quotidiani, la situazione non è certo positiva, anzi. Si spera solo che presto si trovi una soluzione al fine di garantire all’utenza un viaggio più sicuro e meno stressante.