Campania: scoperti oltre 500 finti bisognosi per i buoni spesa

Campania
Campania

Campania: scoperti oltre 500 finti bisognosi per i buoni spesa. La Finanza ha smascherato chi,usufruendo di questi bonus,li sottraeva ai veri poveri

Campania- Le Fiamme Gialle a seguito di varie indagini, hanno scoperto nel Casertano oltre 500 finti poveri che,seppur non ne avessero reale necessità, usufruivano dei bonus spesa Covid-19. Di questi 542 “furbi”, la maggioranza circa 300, sono stati verbalizzati per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato,e dunque dovranno rispondere di una sanzione che oscilla dai 5.164 euro a  25.222 euro; coloro che invece sono ancora richiedenti sono stati denunciati per falso in atto pubblico.

Come riportato da Il Mattino, il comandante provinciale delle Fiamme Gialle di Caserta, Andrea Mercatilli, ha così dichiarato: “La Guardia di Finanza  ha prestato grande attenzione a che le risorse finissero a chi ne aveva bisogno sul serio, evitando che fossero appannaggio di pregiudicati, come già successo per il reddito di cittadinanza continueremo a vigilare”. A partire da questo episodio, sono ovviamente partiti controlli a tappeto relativi alle aree più popolose della Campania. Hanno infatti interrogato le principali amministrazioni comunali,su quali fossero i requisiti scelti per l’assegnazione di tali risorse.

Sono poi state effettuate verifiche relatave alla effettiva mancata percezione di altre forme di sostegno pubblico, quali reddito di cittadinanza, indennita’ di disoccupazione, trattamenti pensionistici. I controlli stanno continuando ed estendendo ad alcuni Comuni che hanno consegnato con ritardo la relativa documentazione.