Boom di turisti a Napoli per Pasqua e Pasquetta

boom
Foto Repubblica.it

Lo annuncia il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini: per  il periodo di Pasqua e Pasquetta a Napoli si è registrato un boom di presenze.

Boom di turisti per questo periodo pasquale a Napoli. C’è folla sulle vie del centro, in prossimità dei luoghi di attrazione, dei musei aperti anche a Pasquetta, sul lungomare: un pienone che si è registrato già da sabato e che ha toccato il culmine nella giornata di lunedì.  Insomma, per passare le vacanze di Pasqua e Pasquetta sono sempre di più i turisti che hanno scelto Napoli, d’altronde come dargli torto? Oltre alle tantissime bellezze che offre la nostra città, per questo periodo erano tanti anche gli eventi in programma, assolutamente da non perdere.

Al primo posto tra i musei più visitati in questi giorni abbiamo il Museo di Capodimonte. La mostra “Picasso Parade” ha attirato numerosi visitatori, complice anche la possibilità di abbinare relax e cultura, facendo poi una passeggiata all’interno del parco. Ottimi numeri anche per la Cappella di San Severo, il Palazzo Zevallos e il Palazzo Reale che ospita la mostra fotografica “The Young Pope”.

Grande afflusso di turisti anche per quanto riguarda le isole di Capri, Ischia e Procida. Nemmeno le condizioni meteo un po’ “ballerine” sono riuscite a fermare i turisti. Questo alto numero di presenze è stato sottolineato anche dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini:

“Boom del turismo internazionale in italia in queste vacanze pasquali. I turisti stranieri hanno invaso tutte le nostre città d’arte: i numeri dei musei (quelli statali tutti aperti anche il giorno di pasquetta) e le prenotazioni alberghiere segnano un crescita fortissima ma soprattutto indicano che l’aumento più forte non è nelle tradizionali grandi capitali del turismo internazionale  ma nei luoghi minori, nelle città d’arte e nel mezzogiorno, ad iniziare da Napoli e Palermo che registrano veri e propri boom di presenze. Gli investimenti in cultura e turismo sono per l’italia il più grande contributo possibile alla crescita e alla creazione di posti posti di lavoro”.

 

Fonte dichiarazioni ANSA