24 Ottobre 2022

Bomba Fuorigrotta: faida di camorra nella notte

Bomba Fuorigrotta: Bomba nella notte a Fuorigrotta contro un negozio. Faida aperta tra il clan Esposito e il gruppo Giannelli

BOMBA FUORIGROTTA

BOMBA FUORIGROTTA- Nell’ultimo periodo si stanno addensando molti episodi criminali. Tre attentati contro attività commerciali a Cavalleggeri , almeno due “stese” a Bagnoli. Uno dietro l’altro. Gli eventi che negli ultimi giorni si sono verificati a Bagnoli, suggeriscono una pista ben precisa agli inquirenti. Si tratta della nuova faida di camorra che si sta svolgendo nell’area occidentale di Napoli. Da un lato il clan Esposito, attualmente egemone a Bagnoli, dall’altro il gruppo Giannelli, con base a Cavalleggeri. Con gli equilibri criminali ormai ribaltati, il primo starebbe cercando di cacciare dal quartiere i rivali.

Proprio questa notte, si è verificato un’ulteriore fatto. Una bomba è stata piazzata in via Diocleziano, a Fuorigrotta. L’esplosione alle 2:10 circa. Il boato è stato tanto forte che si è sentito a centinaia di metri di distanza, nel silenzio della notte. La bomba si trovava davanti a un negozio di telefoni di via Diocleziano, all’altezza di via Cocchia, la strada senza uscita che porta al Rione Agnano. Rilevati danni all’esterno e all’insegna. Sul posto sono intervenuti i poliziotti del commissariato San Paolo.

L’attività commerciale risulta riconducibile a un familiare di Alessandro Giannelli, attualmente detenuto, indicato dagli inquirenti come a capo di un manipolo che negli anni scorsi aveva tentato di imporsi su Cavalleggeri e su Bagnoli, anche tramite alleanze coi gruppi di camorra di Fuorigrotta, di Pianura e del Rione Traiano.

.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Anziana cade dal balcone Pomigliano: vani i soccorsi