Bimbo caduto dal balcone. Giocava contro gli alieni in realtà virtuale

ragazzo napoletano
Foto di repertorio

Novità importanti nelle indagini riguardo il bimbo caduto dal balcone ad Arezzo. Si indaga sulla pericolosità di un videogioco

BIMBO CADUTO AD AREZZO – Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato della morte del piccolo Jacopo Bacis, figlio dell’ex calciatore. Il bambino è morto cadendo dal balcone della propria abitazione ad Arezzo.

Ebbene sembrerebbero esserci incredibili novità riguardo la vicenda. Si sta indagando sulle possibili cause del decesso: una delle ipotesi che si stanno vagliando nelle ultime ore riguarda la possibilità che il bambino stesse giocando ad un videogioco dalla realtà virtuale.

La polizia di Arezzo sta indagando e ha preso in custodia il tablet del bambino per esaminarlo: la squadra mobile sta svolgendo accurati esami per capire se possa essere effettivamente quella la causa.

Stando a quanto raccontato da Ansa si tratterebbe di un gioco che simula la Terra dopo una catastrofe: i giocatori devono salvare il pianeta da un’invasione aliena.

Si è aperto un fascicolo, senza ipotesi di reato e indagati, per far luce sugli eventi e capire quale fosse l’attività che il piccolo Jacopo stesse svolgendo prima di precipitare nel vuoto.

Si sta discutendo anche sulla pericolosità del gioco in questione.

LEGGI ANCHE: BIMBO CADUTO DAL BALCONE. E’ IL FIGLIO DI UN EX CALCIATORE

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK E RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOTIZIE DI CRONACA, ATTUALITA’, SPORT, CULTURA, EVENTI, POLITICA E UNIVERSITA’: CLICCA QUI E LASCIA UN MI PIACE