7 Giugno 2024

Auto rubate nel casertano: cercavano di rivenderle ai proprietari

auto rubate

AUTO RUBATE NEL CASERTANO, CERCAVANO DI RIVENDERLE AI PROPRIETARI. Cinque persone sono state arrestate dai carabinieri, su ordine del Gip del Tribunale di Napoli Nord, con l’accusa di rubare auto e tentare di rivenderle ai proprietari originali utilizzando il cosiddetto “cavallo di ritorno”. Gli arrestati sono tre uomini di Afragola, uno di Carinaro e uno di Caivano.

Si tratta di Francesco De Rosa, 48 anni, Vincenzo De Mare, 35 anni, e Franco Petriccione, 45 anni, tutti di Afragola; Alfonso De Rosa, 42 anni, di Caivano e Pasquale Russo, 47 anni, di Carinaro.

AUTO RUBATE NEL CASERTANO, CERCAVANO DI RIVENDERLE AI PROPRIETARI: LE INDAGINI

L’indagine è stata avviata dopo una denuncia ai carabinieri di Trentola, in cui è stata segnalata una richiesta di 800 euro per la restituzione di un’auto rubata. Tra febbraio e maggio, sono stati contestati dieci furti di veicoli parcheggiati ad Aversa. Gli indagati sono accusati anche di estorsione nei confronti dei proprietari delle auto rubate.

Secondo la procura, Petriccione e De Mare erano coloro che materialmente rubavano le auto. Entrambi, secondo quanto riporta CasertaCe, sono accusati di furto, estorsione (per aver contattato direttamente i proprietari per estorcere denaro) e ricettazione. Russo e Alfonso De Rosa sono accusati di ricettazione, mentre Francesco De Rosa è accusato di estorsione, reato commesso mentre era agli arresti domiciliari.

Se hai trovato interessante questo articolo, leggi anche: Officina auto rubate Sant’Anastasia: due arresti in flagranza