Arrestato latitante a Capodichino. Pasquariello finisce in manette

arrestato

A Capodichino è stato arrestato Alessandro Pasquariello, latitante di 47 anni che doveva scontare due anni di carcere. Con sé aveva mezzo kg d’oro

Dopo sei mesi di ricerca, il latitante Alessandro Pasquariello è stato arrestato quest’oggi presso l’aeroporto di Capodichino. La polizia, che già da tempo era sulle tracce dell’uomo, ha bloccato Pasquariello mentre stava tentando di andare via dall’Italia, più precisamente mentre stava per salire su un volo diretto a Londra Luton.

L’uomo, proprio perché era ormai ricercato da tempo, possedeva una carta d’identità falsa con la quale sperava di partire inosservato e aggirare le forze dell’ordine aeroportuali. Nonostante l’uomo fosse noto alla polizia, il vero intento non era quello di “scappare” dall’Italia, ma di recarsi in Inghilterra per poter “intervenire” sul mercato inglese. Pasquariello, infatti, oltre alla carta d’identità fasulla, possedeva con sé anche mezzo chilogrammo d’oro che avrebbe voluto investire per traffici inglese (probabilmente illeciti).

Con sé era presente anche un altro uomo di 57 anni, suo amico, il quale è stato anch’egli arrestato poiché considerato complice. I due, poi, sono stati arrestati e portati nel carcere di Poggioreale, perché responsabili del reato, in concorso, di riciclaggio. Inoltre Pasquariello, risponderà anche del reato di falsa attestazione a pubblico ufficiale e possesso di documenti falsi. Anche il titolare della carta d’identità (che aveva esibito il latitante) è stato denunciato per favoreggiamento.