Al Madre di Napoli le fotografie di Mimmo Jodice

 Al Museo Madre di Napoli, la mostra del fotografo Mimmo Jodice.

Al Madre Museo D’Arte Contemporanea dal 24 giugno al 24 ottobre 2016  sarà esposta la nuova mostra di Mimmo Jodice che si andrà a collocare nel vasto programma espositivo della stagione estiva 2016. La mostra è quella della più ampia retrospettiva mai dedicata ad uno degli indiscussi maestri della fotografia contemporanea: Mimmo Jodice.

Il Madre è lieto di annunciare infatti “Attesa. 1960-2016,” un percorso composto da più di cento opere, dalle iniziali sperimentazioni sul linguaggio fotografico degli anni Sessanta e Settanta fino ad una nuova serie (Attesa, 2015) realizzata in funzione di questo nuovo progetto retrospettivo.

Saranno proposti, in un unico allestimento, i cicli fotografici più rappresentativi  di Jodice , dedicati e ispirati  al mondo antico, alla natura morta, alla dimensione urbana, al rapporto con la storia dell’arte in cui si articolano i vari punti della sua ricerca: le radici culturali del Mediterraneo, il quotidiano, gli oggetti comuni, l’alienazione delle metropoli contemporanee, messe a paragone con la bellezza del paesaggio naturale, il rapporto fra tensione metafisica e dimensione della cronaca.

Inoltre, una parte della mostra è dedicata ai lavori di stampo sociale e di impegno civile degli anni Sessanta e Settanta.  Altre sezioni del museo ospiteranno le opere di alcuni artisti, selezionati per delineare le primarie fonti di ispirazione.

Nelle sue opere,  Jodice vuole rappresentare una dimensione spazio-temporale che si pone fuori dal contesto stesso  delle coordinate spaziali o dello scorrere del tempo.

La Mostra è  sospesa tra un’attesa empirica e contemplativa. Un’attesa che ben si collega con la pratica e il lavoro della fotocamera e della fotografia. Che funge da “macchina del tempo”, affidando al bianco e il nero la rappresentazione del tempo che scorre infinito.

Un superamento del tempo che evoca un movimento circolare e ciclico da cui si avverte una vera e propria realtà fotografica.