Sarri e la pausa Nazionali: allenamenti senza metà squadra

infortunio insigne

Oltre al Cagliari anche l’esodo per le partite delle Nazionali preoccupa Sarri. Ecco chi lascerà Castel Volturno

Non sono certamente una novità le polemiche che Maurizio Sarri riserva all’estrema difficoltà di allenare al giorno d’oggi ed ai massimi livelli.

Le partite ogni 78 ore sono ormai la norma per le squadre impegnate in competizioni internazionali e allo stesso modo le convocazioni per le selezioni nazionali sottraggono agli allenatori i giocatori più decisivi.                                       Vediamo la situazione del Napoli alla vigilia delle gare di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 e che prevedono incroci molto interessanti.

Il tridente su cui Sarri poggia le fortune della squadra partenopea sarà completamente assente.                                 Dries Mertens sarà infatti impegnato con il suo Belgio contro la Bosnia di Dzeko e contro Cipro, mentre Insigne e Callejon si sfideranno a distanza. I due calciatori si ritrovano all’interno dello stesso girone ma con impegni che non prevedono un ulteriore scontro sul campo tra Italia e Spagna.                                                                                                        Dello stesso girone vanno menzionati Reina e soprattutto Elseid Hysaj che potrà salutare i suoi compagni nelle difficili sfide che opporranno l’Albania alle Furie Rosse e successivamente agli Azzurri.                                                    Non convocato da Ventura, invece, Jorginho.

Gli altri: Marek Hamsik sarà in campo in Scozia-Slovacchia e in Slovacchia-Malta, Piotr Zielinski lotterà per il posto in Armenia-Polonia e Polonia-Montenegro. Marko Rog, l’ulteriore centrocampista che lascerà Castel Volturno, cercherà di ben figurare nelle sfide che la Croazia affronterà contro Finlandia ed Ucraina.
Nicola Maksimovic sarà di scena in Austria-Serbia e Serbia-Georgia mentre gli altri centrali, Chiriches e Koulibaly, difenderanno rispettivamente i colori della Romania e del Senegal.
Infine Faozi Ghoulam e Adam Ounas daranno spinta e imprevedibilità all’Algeria contro il Camerun.

 

Sarri dovrà dunque fronteggiare una situazione non facile.                                                                                                Risulta soprattutto chiaro che per sopperire all’infortunio di Milik avrebbe volentieri preferito la permanenza di Callejon per condurre esperimenti e provarlo con convinzione come come falso nueve.                                                   Tuttavia avrà modo di valutare i progressi dei giocatori che rimarranno ad allenarsi ai suoi ordini, sperando in una chance a metà ottobre, quando il campionato entrerà ancor più nel vivo e serviranno forze fresche.