Portici, Ztl del Granatello tariffa dimezzata

Portici, la tariffa serale della Ztl del Granatello si dimezza ma l’opposizione rimarca che si tratta di una decisione sbagliata

L’Amministrazione Comunale con un intervento dell’Assessore alla Sicurezza dott. Maurizio Capozzo, riportato da “Cronache di Napoli”, ha annunciato che la tariffa serale (fascia oraria dopo le 19) della Ztl del Granatello è stata dimezzata da 4€ a 2€.

L’Assessore Capozzo ha dichiarato, inoltre, a Cronache di Napoli, che “i dati ufficiali fornitici dalle forze dell’ordine hanno sottolineato inequivocabilmente come il numero di denunce per reati predatori si sia completamente azzerato”.

A questo si aggiunge che a fine ottobre scadrà l’accordo siglato con le Ferrovie dello Stato sul comodato d’uso del parcheggio di fronte alla ferrovia. A riguardo l’Amministrazione, pare, non abbia interesse a rinnovarlo.

Su queste questioni le opposizioni hanno da sempre sollevato delle perplessità e la loro contrarietà in special modo riguardo l’accesso alla zona del Porto del Granatello a pagamento.

Sull’argomento abbiamo sentito il Segretario di Rete Civica per Portici, Carlo Tarallo, tra i primi a contestare l’iniziativa che ci ha dichiarato: “Verrebbe da dire: meglio tardi che mai. L’amministrazione comunale finalmente si rende conto di quale grossolano errore sia stato sbarrare il Granatello e manda in pensione la Ztl, per ora riducendo le tariffe e annunciando l’imminente stop al provvedimento. Siamo stati i primi a far notare che questa decisione era sbagliata, controproducente e cervellotica: prendiamo atto con soddisfazione della retromarcia del sindaco e dell’assessore alla viabilità e ci auguriamo che vengano immediatamente rimosse le sbarre e quegli indecenti tappetini di asfalto.

Dott. Tarallo però l’Assessore Capozzo ha sottolineato la diminuzione di reati registrati nella zona grazie all’iniziativa, “Il calo dei reati? L’assessore lo sbandiera con sprezzo del ridicolo per non ammettere la figuraccia, ma mi sembra elementare che se si impedisce l’accesso al Granatello, rendendolo un deserto, diminuiscono anche i reati. Il problema è che a disertare il Granatello non sono stati solo i delinquenti, ma soprattutto le persone perbene. In ogni caso, siamo lieti che, tra un concertino e una sfogliatella, l’amministrazione abbia trovato il tempo di accorgersi dei danni prodotti dalla Ztl a pagamento al Granatello e di ritornare sulla sua scellerata decisione.”

Alla voce di Rete Civica si aggiunge quella del M5S che con il Consigliere Alessandro Caramiello, che interpellato da noi, ha dichiarato: “Accogliamo con favore la diminuzione delle tariffe per l’accesso alla ZTO anche se persistono i nostri dubbi in merito all’utilizzo di Piazza San Pasquale come parcheggio per i ciclomotori e sullo stato del parcheggio RFI.” Per poi aggiungere: “Dopo un confronto e un ascolto continuo con la cittadinanza, le proposte che il Movimento 5 Stelle ha già portato all’Assessore di riferimento sono le seguenti:

Una pedonalizzazione totale di Piazza San Pasquale e del Granatello con l’utilizzo per 365 giorni all’anno del parcheggio RFI gratuitamente per i cittadini visto che il parcheggio sito a Via Gianturco non riesce a contenere tutta la mole di auto che si sposta nella parte bassa della città della Reggia e l’installazione di circolari per tutto il territorio porticese.  Questo significa anche rivedere tutti gli stalli blu e bianchi sui 3,5 km² .  E’ chiaro che il tutto deve essere pianificato e bisognerà verificare con attenzione la copertura economica.”