Pino Daniele, un anno senza la voce blues di Napoli

pino daniele

È passato un anno dalla morte di  Pino Daniele , ma il ricordo e la sua musica sono più vivi che mai. Napoli non dimentica e oggi ricorderà il cantautore con molti eventi

È passato un anno da quando Napoli e il mondo appresero l’improvvisa morte di Pino Daniele. Il cantautore ha lasciato un vuoto incolmabile, nei Napoletani e nel panorama della musica. La sua morte fu un lutto per ogni singolo Napoletano, che grazie alla sua musica ha vissuto il riscatto di una città. Pino Daniele ha rappresentato più di un semplice cantate, la genialità della sua musica e i suoi testi che erano poesie, rappresentavano un riscatto per Napoli e per la sua gente. Pino Daniele è stato la rappresentazione di un popolo senza eguali nel mondo, cosi come fu Totò, Massimo Troisi e De Filippo e cosi come questi grandi artisti, Napoli non ha mai smesso di omaggiarlo. Ad un anno dalla morte la città non dimentica, oggi ci sarà un flash mob a Piazza Plebiscito, una folla di persone canterà e suonerà la sua musica. E ancora: ci saranno mostre fotografiche, visite guidate, eventi musicali e tributi vari, in attesa dell’apertura del Museo della Pace a lui dedicato, che avverrà entro Marzo. Pino Daniele è vivo, perchè Napoli ama i suoi figli, non dimentica chi le rendeva omaggio, Pinucci resterà “vivo” per sempre grazie alla sua città, la sua musica durerà in eterno, il suo sound resterà unico ed inimitabile perchè “Napule è…Pino Daniele“.