Partenopolitani, Napoli attraverso gli occhi degli artisti

partenopolitani

Da un’idea del regista Carlo Damasco nasce Partenopolitani, documentario tv in episodi in cui la protagonista sarà Napoli, dipinta attraverso gli occhi di amati artisti partenopei

Un’idea dal formato singolare quella avuta dal regista Carlo Damasco, la cui intuizione crea il documentario tv Partenopolitani. Il progetto sarà presentato durante una conferenza che si terrà sabato 5 novembre alle ore 18:00 al Pan di Napoli, alla presenza del regista e di uno dei protagonisti. Il format del documentario ideato da Damasco sarà diviso in otto episodi che vedranno protagonisti simultaneamente la città di Napoli e famosi artisti, attori e letterati partenopei.

La chiave di lettura di ogni intervista sarà narrare la storia di sé stessi mettendola in relazione con la Napoli e i suoi variopinti quartieri in cui si è nati e vissuti. E così come avvenne attraverso la penna di Matilde Serao, che nel suo Il ventre di Napoli, narrava di Napoli durante gli anni del risanamento dopo-colera, i personaggi del documentario dipingeranno Napoli con il pennello dei loro occhi e della loro vita.

Le interviste in programma sono otto e vedranno susseguirsi otto personaggi e otto relativi quartieri di interesse: Bagnoli di Patrizio Rispo, i Quartieri Spagnoli di Enzo Gragnaniello, la Sanità di Roberto De Simone, Secondigliano di Peppe Lanzetta, Poggioreale di Patrizio Oliva, il Centro antico di Mirella Barracco, Santa Lucia di Massimo Ranieri.

A presentare Partenopolitani sabato prossimo al Pan accanto al regista ci sarà Patrizio Rispo, protagonista della prima intervista che sarà proiettata in occasione della conferenza. Un bel modo di omaggiare la nostra città e i grandi artisti che nonostante il grande successo ottenuto non hanno mai abbandonato le loro origini partenopee.