Napoli film festival, è il turno di Dionisio

Napoli film festival

Ieri pomeriggio all’interno del circuito del Napoli film festival abbiamo seguito la proiezione del film “La volpe a tre zampe” del regista Sandro Dionisio

Nel pomeriggio di ieri per il Napoli film festival sullo schermo del cinema Metropolitan è stato proiettato il film di Sandro Dionisio “La volpe a tre zampe”. Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Francesco Costa, è pronto dall’anno 2003 ma è rimasto in incubazione per ben 13 anni per uscire alla luce proprio quest’anno grazie all’affetto del pubblico, queste le parole del regista.

Ambientato nella Napoli del lontano 1956, La volpe a tre zampe narra la storia di Vittorio, un bambino che vive nella baraccopoli della Canzanella con la sua famiglia. Vittorio evade continuamente la squallida realtà in cui vive: cela ai suoi compagni di classe il luogo in cui vive e finge di non essere spettatore dei continui tradimenti di suo padre, delle violenze subite dai suoi vicini, e delle donne costrette a prostituirsi per vivere. Il ragazzo aiuta un povero cieco della zona, Don Pietro, leggendogli le notizie di politica sul giornale. Ma il suo più grande sogno è quello di incontrare l’attrice americana Susan Hayward, che trasfigura nel personaggio di Ruth, la moglie di un generale della Nato, che diventa per Vittorio l’evasione più grande.

Il monito, annunciato dallo stesso regista in una breve introduzione al film, è quello di non rinunciare mai ai propri sogni. Ma d’altro canto tutti siamo un po’ come quella volpe della storia che deve rosicchiarsi una zampa per liberarsi dalla trappola che l’aveva bloccata, perché tutti per essere liberi dobbiamo rinunciare a qualcosa. Proprio come Vittorio che sceglie di restare ancorato alla sua realtà con la speranza di un futuro migliore.