Gis Ottaviano, che colpo: arriva lo schiacciatore Arzeo

gis

Altro colpo della Gis Pallavolo Ottaviano che ingaggia lo schiacciatore Michele Arzeo.  Un acquisto che va a rinforzare il roster delle bande

Altro colpo della Gis Pallavolo Ottaviano che ingaggia lo schiacciatore Michele Arzeo.  Un acquisto che va a rinforzare il roster delle bande con un giocatore di assoluto livello e già con tante esperienze alle spalle. Arzeo, classe 88’ ex Tya Marigliano, ha giocato nelle giovanili del Volley Perugia, vinto un campionato di B2 a Gela e giocato due campionati in B2 con il Marigliano.

“ La trattativa con la Gis è nata nell’ultimo periodo. È stata un’occasione importante per me. Non dimentichiamo che Ottaviano ha vinto quasi tutte le partite lo scorso anno e un progetto del genere significa molto per me. Fondamentale è stata anche la spinta di coach Libraro che mi ha voluto fortemente.”

“ Ringrazio la Tya Marigliano per i due anni trascorsi insieme dove mi sono trovato benissimo. Della Gis conosco già tutti i campani mentre per i nuovi innesti ho letto della minuziosità con cui la società è andata alla ricerca e sono certo che saranno atleti di grandissimo livello”

“ Obiettivi sinceramente credo sia presto. Tolta forse una squadra, le altre sono ancora in fase di costruzione quindi non sappiamo ancora che campionato sarà. Dopo il primo mese di partite vediamo i risultati e proveremo a dare il massimo. Fondamentale sarà costruire un grande gruppo, cosi nulla ci sarà precluso”.

Le parole del Ds Cozzolino

Soddisfatta anche la società che commenta attraverso il Ds Andrea Cozzolino:” Sono pochi gli schiacciatori in Campania esperti come Arzeo. Sapevamo che Michele poteva fare al caso nostro anche perché da avversario ci ha dato sempre filo da torcere. Erano già un paio d’anni che lo seguivamo. Abbiamo subito allacciato i rapporti e chiuso la trattativa in maniera molto veloce anticipando anche qualche altra società. La cosa che mi ha colpito di più di Arzeo è la grande voglia di rivalsa e sono sicuro che farà bene. Benvenuto Michele e forza Ottaviano.”