Edenlandia, l’ennesima controversia: il parco aprirà mai?

La questione Edenlandia continua a creare dispute e controversie: il parco divertimenti napoletano aprirà mai?

L’apertura dell’ Edenlandia, il famoso parco divertimenti di Fuorigrotta, era stata fissata entro la prima metà di quest’anno. Eppure i cancelli del parco continuano a restare chiusi, gli annunci di riapertura e i successivi slittamenti ormai non si contano più, così come le proteste di chi ha lavorato affinché il parco riprendesse vita.

La vertenza dei lavoratori dell’Edenlandia, i quali hanno letteralmente bloccato il traffico di Fuorigrotta in questi Edenlandiagiorni, non è altro che la ciliegina sulla torta. Il progetto di riapertura dell’ Edenlandia, come fanno sapere  Rosario Lopa e Alfredo Catapano, potrebbe essere a rischio. La società che ne aveva rilevato l’impresa sarebbe, infatti, venuta meno agli accordi, non facendo presagire nulla di buono.

Che il progetto sia sul filo del rasoio è l’ennesima cartina di tornasole riguardo ciò su chi si preferisce investire. Riqualificare un parco giochi, renderlo agibile, a quanto pare, non rientrerebbe tra le priorità. E quindi, l’apertura dell’Edenlandia da sogno probabilmente si trasformerà in miraggio.

Eppure, il parco giochi avrebbe potuto essere una grande risorsa per il territorio. Il rilancio del parco avrebbe  prima di tutto attirato i nostalgici, coloro che da piccoli venivano tenuti buoni con la promessa di “domenica ti porto all’ Edenlandia”. Poi avrebbe rappresentato un’importante area di attrazione turistica, oltre che di coesione e socializzazione. Cose non da poco, e che avrebbero contribuito anche in termini monetari a risollevare la zona circostante.

« La vertenza dei lavoratori dell’Edenlandia, non rappresenta solo il fallimento di una società, ma di tutta la classe politica, cittadina, provinciale e regionale. Mentre per altre città il bioparco giochi, rappresenta una risorsa economica e turistica, dove si investono ingenti risorse, a Napoli l’Edenlandia ha sempre e solo rappresentato un fastidio. » commentano Lopa e Catapano.

« Manca un progetto complessivo degli interventi dell’intera area come pure il piano di investimenti e di assunzione. Bisogna dare certezza ai lavoratori. La città, i lavoratori, vogliano la ripresa dell’attività del parco giochi, tassello importante per il definitivo rilancio di tutta l’area flegrea. Occorrono nuovi interventi dove la struttura deve rimanere in vita per poi pensare al rilancio. Chiediamo l’intervento immediato delle Istituzioni competenti che si adoperino per salvaguardare le strutture dell’area flegrea.» continuano i D. N. del Movimento Nazionale per la Sovranità di Alemanno e Storace.

La questione, quindi, resta tutt’altro che risolta. Ma l’Edenlandia riaprirà mai?