Circumvesuviana: Rubano rame e paralizzano la linea nord

circumvesuviana

Circumvesuviana: Rubano del rame e bloccano la circolazione per ore, mattinata di disagi per migliaia di pendolari

La mattina di ieri è stata, per centinaia di pendolari, un vero e proprio incubo, il  primo treno della Circumvesuviana diretto a Napoli da Sarno è riuscito a partire solo dopo le 14.00.

La situazione di disagi, si è venuta a creare intorno alle 6.00 del mattino, quando, un maldestro tentativo di rubare del rame, ha provocato un guasto alla linea aerea della ferrovia.

Il guasto ha causato problemi alla circolazione lungo due tratte, coinvolgendo buona parte del territorio vesuviano.

Circa sei, le ore di disagi che i pendolari si sono trovati ad affrontare, con ritardi superiori ai trenta minuti e ripercussioni sull’intera giornata e su tutte le linee, comprese quella per Sorrento e Torre Annunziata e quella per Nola.

Il tentato furto di rame poteva causare anche una tragedia.

Infatti,  il cavo della linea aerea tranciato, si è abbattuto sul treno in transito, andando a bucare la cabina di guida del macchinista e danneggiando anche il pantografo.

Fortunatamente non ci sono stati feriti.

Ennesima giornata di inferno, dunque, per chi si è sposato con la Circumvesuviana.

Ad essere interessate sono state due linee, la Ottaviano-Sarno e la Poggiomarino – Pompei.

Fino alle 14 circa, i treni hanno dovuto limitare la propria corsa a Terrigno.

Un caos arginato solo in parte dal servizio automobilistico sostitutivo.

I ladri hanno raggiunto i binari dalle campagne ed hanno preso il rame da uno dei pali di sostegno della linea aerea e poi hanno provato a tirare via i cavi.

Uno di essi, però, si è staccato e si è abbattuto sul treno in corsa, il filo ha “frustato” la cabina di guida, rompendo il vetro e il pantografo.

Il macchinista ha mantenuto la calma ed ha dato l’allarme alle 6,34.

”Spesso i pendolari arrivavano al piazzale della stazione e non trovavano i pullman, anche se veniva annunciata la loro presenza.
Abbiamo dovuto fronteggiare la rabbia di molti.
Fino al tardo pomeriggio abbiamo avuto carenza di treni, molti dei quali si attardavano lungo le linee interessate dal guasto.
Al terminal di porta Nolana c’è stata ressa, è il segno che la situazione è ancora difficile per la Circumvesuviana, basta un incidente e tutto va in tilt”.

spiega il macchinista Luca Del Prete.
Le forze dell’ordine ora indagheranno sul tentativo di furto, ma risalire ai responsabili non sarà semplice, considerato che tra Poggiomarino e Striano ci sono soprattutto campagne e che lungo la strada ferrata non sono presenti telecamere di sorveglianza.